Check up e prevenzione

Stampa

La parola "Check up" significa, in lingua inglese, genericamente "controllo". Nel gergo sanitario indica il complesso di indagini che vengono eseguite per valutare le condizioni di salute di un individuo, sia in assenza di evidente malattia e quindi a scopo preventivo, sia in un soggetto malato, per avere informazioni sul decorso della malattia. Esso è basato in genere sull'esame clinico corredato da una serie di indagini di laboratorio e strumentali atte a fornire dati sulle eventuali alterazioni strutturali o funzionali dei diversi organi e apparati.

Il check up quindi serve per la diagnosi precoce e, di conseguenza, per mettere in atto tempestivamente interventi e cure che evitino una malattia o, se già avviata, ne ritardino l'avanzamento e/o l'aggravamento.

Che questa metodologia medica sia utile è documentato dai dati americani della United States preventive Task Force, secondo i quali dal 1972 ad oggi si è avuta la riduzione del 50% della mortalità per ictus cerebrale (grazie alla misurazione periodica della pressione arteriosa e quindi alla identificazione dei soggetti ipertesi prima che la malattia provocasse danni irreparabili), oppure la diminuzione dei casi di tumore dell'utero di oltre il 40% negli ultimi 10 anni, grazie alla più ampia diffusione dell'abitudine di sottoporsi regolarmente al pap test. Ci sono, inoltre, diverse malattie (ad es. quelle cardiovascolari, il diabete mellito e numerosi tipi di tumori) che essendo silenti, danno segno di sé quando hanno già minato gravemente la salute: la medicina oggi dispone di terapie in grado di trattarle con successo e addirittura di e sradicarle, purché l'intervento sia tempestivo, ossia si ottenga una diagnosi precoce.
E proprio questo, si ribadisce, è lo scopo del cosiddetto check up, che deve essere condotto utilizzando esami e visite specialistiche di cui è stata accertata la validità preventiva in base alle diverse fasce di età e al sesso.

L’ importanza di utilizzare le indagini "giuste" nella "giusta" fascia di età è confermata dai dati ISTAT (Anno 2002) secondo i quali se fino ai 45 anni la salute è buona in più del 60% circa degli italiani, fra i 55 e i 65 la percentuale diminuisce già al 24%, per poi scendere verticalmente con l'avanzare degli anni, tanto da raggiungere l’1'8,3% a 75 e più. E ancora, se fino ai 45 anni soffre di una o più malattie croniche il 21,2% degli italiani, la percentuale sale al 57,5% a 65 e al 78,3% a 75 anni, per poi aumentare ulteriormente dopo questa età.
Ne risulta che quanto più è precoce la diagnosi di malattia, tanto più questi numeri sono destinati a migliorare, grazie ai progressi che la medicina ci mette a disposizione per garantirci nel futuro una migliore qualità di vita.

Ed è in quest’ottica che H San Raffaele Resnati ha elaborato i suoi vari tipi di check up, pianificati come insieme di indagini diagnostiche multidisciplinari e programmate secondo sanitari.
Lo studio dello stato di salute (indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS quale benessere bio-psico-sociale) prevede una prima serie di indagini incluse nel Check Up (UOMO e DONNA) , quali dati minimi ed indispensabili per valutare in modo sufficientemente completo e veritiero le condizioni del soggetto, a cui vanno aggiunti  eventuali approfondimenti compresi nel pacchetto. Tali approfondimenti diagnostici permettono di individuare, in tutti i tipi di check up, quelle situazioni al limite, per le quali gli accertamenti in prima fase o nel pacchetto base pongono un sospetto o un dubbio diagnostico e che pertanto sono meritevoli (per la conferma o la esclusione) di ulteriori indagini.

La validazione scientifica di questo modo di operare è data dall’ appartenenza di H San Raffaele Resnati all'Ospedale San Raffaele di Milano, Istituto di Ricovero e Cura a carattere scientifico di primaria importanza nel panorama sanitario e di ricerca: i Medici del check up provengono o sono collegati ai reparti e ai servizi dell'Ospedale da dove traggono gli aggiornamenti professionali metodologici ed operativi in tempo reale. Inoltre, i Medici Internisti (veri e propri "coordinatori" di ogni singolo accertamento) verificano in riunioni periodiche la coerenza scientifica delle flow-charts diagnostiche, aggiornandole, se occorre, con l'intervento diretto dei singoli specialisti di settore.

Altro valido e indispensabile supporto culturale alla qualità di cui si intende permeare il check up di H San Raffaele Resnati è l'aggiornamento online offerto dalla banca dati messa a disposizione dai servizi integrati della Biblioteca dell'Ospedale San Raffaele, a sua volta collegata ai più prestigiosi Ospedali ed Istituti di ricerca nel mondo.

PER INFORMAZIONI
Servizio Check Up
02 5818.7472/7492
checkup.raf@hsr.it

DIRETTORE SANITARIO:
Dott. Gabriele Pellicciotta
Sistema certificato
ISO 9001 - ISO 14001 -
OHSAS 18001